sabato 17 gennaio 2015

Recensione | Space Runners

Buon pomeriggio lettori :3
Questa settimana mi sono ripresa con le letture visto che non ho avuto cose importanti a scuola e anche perché mi sono un po' staccata dal telefilm che sto seguendo ora, Pretty Little Liars, che adoro! Sono arrivata alla terza serie ma adesso sto andando più a rilento perché devo dedicarmi anche alle mie letture. u.u
Comunque fra poco vado a vedere al cinema The Imitation Games con Benedict (*-*) e spero che sia bello! Vi lascio con una mini-recensione di questo libro!

Titolo: Space Runners
Autore: Daniele Federico
Editore: Selfpublishing
Pagine: 94
Prezzo: 0,99 € | Amazon
Data di pubblicazione:
Goodreads: QUI


Nove giugno 2234. La nave da ricognizione Mercury ritrova presso la galassia di Larterus una navetta monoposto di origine terrestre; al suo interno un essere umano criogenizzato. In un mondo in cui i sentimenti sono oramai dimenticati, il comandante Haven si trova faccia a faccia con Daniel, un ragazzo privo della sua memoria e proveniente da un'altra epoca. Le seguenti indagini svelano gli avvenimenti e lo scopo della missione "Space Runners" a cui Daniel aveva preso parte. Una missione che interessa al comandante molto più di quanto egli creda...

Scopo della missione: oltrepassare i confini dell'universo.
Ho letto questo libro in mezz'ora ed è stata davvero una bella lettura, molto leggera ma che mi ha fatto pensare molto a tante cose importanti a cui, di solito, non penso mai. 
Il protagonista della storia è Daniel Lewis che decide di andare in questa missione per oltrepassare i confini dell'universo. Daniel vuole partecipare a questa missione per far vedere a se stesso che non è inutile, che nonostante abbia perso l'uso delle gambe può ancora essere importante di questo mondo. Così è determinato a completare questa missione e con lui va anche Claire, una sua amica molto importante che, invece, pensa più ai suoi sentimenti e alla sua vita che alla sua importanza per il mondo. Nel libro vediamo il punto di vista di Daniel durante la sua missione e quello del comandante John che cerca di fargli delle domande dopo che lo hanno recuperato in seguito al fallimento della sua missione. Possiamo vedere come il mondo è cambiato tantissimo e i sentimenti degli essere umani sono cose superflue e molti di loro non sanno nemmeno cosa siano. Infatti quando il generale parla con Daniel si sente un po strano perché vede quest'umano che si comporta e parla in maniera differente dalla loro: con i sentimenti. 
Con un cuore cambiato non si guarda più il mondo come prima.
La storia mi ha preso particolarmente dopo che Daniel e gli altri della missione avevano fatto il secondo salto nello spazio. Lo stile dell'autore mi è piaciuto e non mi ha mai fatto mai annoiare; inoltre la storia è scritta con solo dialoghi oppure con rapporti e mi è piaciuto questo stile come prima volta. Per quanto siano state solo 94 pagine la storia mi è restata dentro e mentre leggevo mi sentivo molto coinvolta perché mi ha fatto pensare al mondo, agli esseri umani e a quanto siano importanti i sentimenti: assolutamente un libro che secondo me merita molto! Sicuramente consiglierei il libro a chiunque voglia rilassarsi un po' in compagnia di una piacevolissima lettura.



2 commenti:

  1. Letto anche io, e concordo con te! Una bella lettura, sarebbe bello vederlo come base per un film chissà :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io lo spererei!! Mi piacerebbe proprio! *-*

      Elimina

Lasciami un tuo pensierino :3