giovedì 28 settembre 2017

Vicious, V.E. Schwab

Hi my preciousss!
È già passato così tanto dall'ultimo post? sigh
Sto cercando di mettermi più spesso al pc e scrivere ma mi risulta davvero difficile, pensate che in queste settimane non ho né letto né visto serie tv! Il fatto è che sono abbastanza impegnata con scuola visto che è l'ultimo anno e poi ci si mette anche la scuola guida adesso. Cercherò di essere più presente ma non so se ce la farò! Lo spero! Intanto vi lascio la recensione di un libro che ho letto quest'estate e che mi era piaciuto davvero molto!

Vicious [The Villains #1]
V.E. Schwab
Titan Books
340 pagine
10 gennaio 2014
Amazon

TRADOTTA DA ME Victor ed Eli hanno cominciato come compagni di stanza al college—brillanti, arroganti e solitari hanno riconosciuto l'uno nell'altro la stessa astuzia e la stessa ambizione. Nel loro ultimo anno di college, una loro condivisa ricerca sull'adrenalina, esperienze di premorte ed eventi apparentemente soprannaturali, rivela un'intrigante possibilità: che sotto le giuste condizioni, si potrebbero acquisire straordinarie abilità. Ma quando le loro tesi passano dal teorico al pratico, le cose vanno a finire molto male. Dieci anni dopo, Victor evade di prigione, determinato a raggiungere il suo vecchio amico (adesso nemico), aiutato da una giovane ragazza la cui natura riservata nasconde un'incredibile abilità. Intanto, Eli è impeganto in una missione per eliminare ogni altra persona che riesce a trovare con queste superabilità—esclusa la sua partner, una donna enigmatica con un'indistruttibile forza di volontà. Armati fino ai denti da tutte e due le parti, guidati dal ricordo del tradimento e della perdita, gli arcinemici hanno dato inizio alla loro vendetta - ma chi rimarrà vivo alla fine?


Avevo già letto un altro libro della Schwab, This savage song, ma questo qui mi è piaciuto di più, sia come era era strutturata la trama sia per i personaggi, che ho trovato più interessanti ed enigmatici. Ammetto che l'inizio è stato un po' lento, sia perché non ero ancora riuscita ad inquadrare bene i personaggi e sia per via dei capitoli iniziali prima dell'esperimento che erano un po' così così; tuttavia, dopo che i due protagonisti mettono in pratica la loro ricerca, la storia prende una piega diversa, tanto che non volevo più smettere di leggere. 
But these words people threw around - humans, monsters, heroes, villains - to Victor it was all just a matter of semantics. Someone could call themselves a hero and still walk around killing dozens. Someone else could be labeled a villain for trying to stop them. Plenty of humans were monstrous, and plenty of monsters knew how to play at being human.
Quello che ha reso questo libro davvero bello sono stati diversi fattori ma tra i principali c'è il fatto di non aver usato i soliti eroi come protagonisti ma dei "cattivi". Victor ed Eli sono tutt'altro che persone per bene, soprattutto dopo il college. Infatti, la storia si concentra soprattutto sul personaggio di Victor, il quale per via di alcune questioni irrisolte con Eli, sta cercando di raggiungere quest'ultimo dopo essere finalmente uscito di prigione e di fargliela pagare per quello che è successo tra di loro dieci anni fa. Il loro rapporto mi ha incuriosito parecchio perché nonostante l'odio e l'invidia tra loro, da alcuni capitoli si poteva comunque vedere che esisteva un grande affetto tra i due. Tra loro ho preferito nettamente Victor (mi amor ♥), che ho trovato assai enigmatico e affascinante, mentre Eli mi ha dato un po' i nervi, soprattutto con quella cosa di Dio.
All Eli had to do was smile. All Victor had to do was lie. Both proved frighteningly effective.
L'aspetto degli EO mi ha incuriosito parecchio e mi ha fatto ripensare ad una serie tv che ho visto qualche mese fa (The OA); mi sarebbe piaciuto saperne di più su di loro e sui loro poteri e magari conoscerne molti di più. In particolare, è stato interessante come tutti quelli che hanno avuto questi poteri per via di esperienze premorte, hanno come qualcosa che gli manca, un vuoto. Inoltre, ho adorato il fatto che tutto il libro girasse intorno alla vendetta di Victor contro Eli, e questo aspetto ha reso il romanzo molto più interessante. Vicious è sicuramente un libro che consiglierei a tutti, soprattutto per chi magari sta cercando un romanzo più maturo.

Voi l'avete letto? ♥

mercoledì 13 settembre 2017

Shiver, Maggie Stiefvater

Hi my preciousss!
Finalmente sono tornata alla civiltà da queste due settimane di vacanza e ho anche ricominciato scuola, sigh: già mi mancano le mie dormite mattutine. Comunque, vi volevo lasciare la recensione di un libro che ho letto prima di partire e che è stato un po' meh.

Shiver [The Wolves of Mercy Falls #1]
Maggie Stiefvater
Rizzoli
402 pagine
1 Settembre 2009
Amazon

Grace e Sam non si sono mai parlati, ma da sempre si prendono cura l’una dell’altro. Non si conoscono, eppure lei rischierebbe la vita per lui, e lui per lei. Perché Grace, fin da piccola, sorveglia i lupi che vivono nel bosco dietro casa sua, e in particolare uno dotato di magnetici occhi gialli, che negli anni è diventato il suo lupo. E perché Sam da quando era un bambino vive una doppia vita: lupo d’inverno, umano d’estate. Il caldo gli regala pochi preziosissimi mesi da essere umano prima che il freddo lo trasformi di nuovo. Grace e Sam ancora non si conoscono, ma tutto è destinato a cambiare: un ragazzo è stato ucciso, proprio dai lupi, e nella piccola città in cui vive Grace monta il panico, e si scatena la caccia al branco. Grace corre nel bosco per salvare il suo lupo e trova un ragazzo solo, ferito, smarrito, con due magnetici occhi gialli. Non ha dubbi su chi sia, né su ciò che deve fare. Perché Grace e Sam da sempre si prendono cura l’una dell’altro, e adesso hanno una sola, breve stagione per stare insieme prima che il gelo torni e si porti via Sam un’altra volta. Forse per sempre.


Mi sono fatta prestare questo libro ma quando l'ho cominciato sapevo che non era detto che mi sarebbe piaciuto perché ho sentito vari pareri su questo libro, positivi e non, ma mi sono detta che era la Stiefvater e quindi gli potevo dare un'opportunità. Devo dire che di per sè il libro non è stato male: le descrizioni erano fatte bene, la lettura scorreva molto velocemente, i personaggi non erano banali, la trama interessante e questo nuovo aspetto dei lupi mannari non era per niente male.

Tuttavia, la storia d'amore. Ben 402 pagine tutte incentrate solo e unicamente sull'amore dei due protagonisti, Grace e Sam. Insomma, a me piacciono le storie d'amore, anzi, le adoro nei libri ma così smielate, perfette e da "anima gemella per tutta la vita, solo tu etc" no! Se non fosse stato per questa cosa, penso che avrei apprezzato il libro molto di più ma così ci sono stati momenti in cui ho seriamente pensato di abbandonare la lettura per quanto mi stavano dando alla testa i due piccioncini (vi prego, se vi è piaciuta la storia d'amore non uccidetemi perché so che molti l'hanno adorato ma io proprio non ci faccio per queste storie così xD e fidatevi, ho shippato tanta roba). 

Invece mi è piaciuto il modo in cui la Stiefvater ha creato questo nuovo aspetto dei lupi mannari: umani con il caldo e lupi con il freddo. Rispetto alle solite storie su di loro, questa mi ha affascinato un po' di più anche perché mi è sembrata più malinconica come cosa: diventare un lupo mannaro per degli anni e poi essere lupo per sempre, in una forma in cui non sai come pensare delle parole o in cui non sai nemmeno quale sia il tuo nome. 

Tutto sommato non è stata una brutta lettura. Se lo consiglierei? Forse solo a chi ama leggere storie d'amore tra ragazzi perché per chi magari vuole un po' più di azione non so, probabilemente questo libro non fa per voi (non so se nei seguiti migliori la cosa!). Comunque non è mai detto, forse se l'avessi letto qualche anno fa l'avrei apprezzato di più. 

Yep, I approve -

Voi l'avete letto? Vi è piaciuto? ♥

giovedì 17 agosto 2017

What I'm going to read next

Hi my preciousss!
Come vi state godendo questo ultimo mese di vacanza? Io non riesco ancora a capacitarmi che questi tre mesi siano ormai finiti e che quest'anno dovrò affrontare gli esami del quinto. 😅
Comunque, la prossima settimana parto per la Sicilia e quindi non penso potrò pubblicare nulla da là però, come vi ho già detto, sarò più costante appena torno, ovvero dall'11 in poi! Per il momento vi volevo far vedere i libri che leggerò sicuramente in queste settimane!


Scheletri in realtà l'ho già cominciato e ho letto le prime due novelle, La nebbia (che è stata il motivo principale per cui ho comprato questo libro) e Tigri!: mi sono piaciute tutte e due ma non so, non riesco ancora a trovare una novella di King che riesca a prendermi molto e sinceramente non ho capito molto bene la seconda. The Bane Chronicles mi è arrivato qualche settimana fa e con questo dovrei finalmente concludere le novelle uscite fino ad adesso del mondo Shadowhunter: non vedo l'ora di cominciarlo perché sono davvero curiosa di conoscere di più sul passato di Magnus! Vicious penso sarà il primo che inizierò appena parto perché ne ho sentito parlare molto bene e la Schwab mi piace un sacco. Oltre a questi dovrò leggere due libri per la scuola, I Malavoglia e Senilità, e in realtà non sono molto entusiasta perché conoscendo la mia prof dovrò studiarli per filo e per segno. 


Questo libro me lo porto dietro da mesi ormai ma è davvero ma DAVVERO complicato da leggere. La nave di Teseo di V.M. Straka è composto sia dalla storia normale del libro sia dai commenti di due ragazzi che lo leggono e che, a mano a mano, scoprono sempre più segreti su questo romanzo. Rendetevi conto che dentro è pieno di cartoline, pezzi di giornale etc e sinceramente ancora non ci capisco un ciufolo di tutto e contante che sono quasi a metà libro. 😅 Tuttavia, allo stesso tempo mi incuriosisce da pazzi quindi non vedo l'ora di continuare (con calma però)!

Voi cosa state leggendo invece? ♥

sabato 12 agosto 2017

It's me, again!


... hi my precious!
Sono pienamente consapevole del fatto di essere sparita nel nulla senza scrivere nemmeno due parole (e pensare che Bilbo è riuscito a fare meglio di me SHAME ON ME) ma ho avuto dei problemi personali e non sono neanche riuscita molto ad usare il pc (ho riaperto la posta da poco e mi stava venendo l'ansia 😰). Inoltre, cosa più importante, non sono riuscita a leggere molto questo periodo e quindi, oltre a non aver la voglia e la connessione, non avrei neanche avuto di che scrivere qui sul blog. Tuttavia, si torna sempre dove si è stati bene e non me la sentivo di abbandonare del tutto il mio blog perché dopotutto fa parte di me e mi ha accompagnato per tutti questi anni. E poi mi mancavate voi, mi mancava la blogsfera e poter scambiare chiacchiere con voi su tutto. Perciò ho deciso di riprendere The Paradise of Books con calma perché il mio ritmo letture non va ancora spedito come prima e per la maggior parte di questo mese sarò fuori città. Ricomincerò a scrivere verso l'11 settembre (o prima, chissà?) e per il momento mi rimetterò alla pari con gli altri blog che seguo e con le letture! Spero di non avervi persi dopo tutti questi miei tira e molla. xD 
Intanto vi aggiorno sulle mie poche letture di questo periodo e la mia vita fuori dal blog. 😉


In quattro mesi ho letto quattro libri (sigh, la mia sfida di goodreads si starà disperando) e sei graphic novel. Questi libri li ho presi tutti durante il mio soggiorno al Salone del libro (di cui purtroppo non ho fatto un post, cosa che avrei voluto fare tanto) e devo dire che mi sono piaciuti abbastanza. Quelli che ho preferito sono stati sicuramente quelli di Hyperversum che ho divorato in pochissimo tempo, sebbene non abbiamo avuto quella scintilla che mi aveva fatto amare la trilogia precedente. Obsidian è stata una piacevole sorpresa perché, a dir la verità, mi aspettavo una mezza cacata e invece l'ho apprezzato molto, infatti penso di continuare la serie! Il gioco di Gerald è quello che mi è piaciuto di meno ma è stato davvero inquietante e ho rischiato di farmi qualche incubo per colpa sua. Invece di graphic novel ho letto solo quelle di Saga, di cui ormai mi sono innamorata: ve la consiglio tantissimo!

Barcelona ♥

Nonostante questi mesi un po' così così, scarseggianti di letture, qualche settimana fa ho fatto il mio primo viaggio completamente da sola (con delle amiche obv) come regalo per i miei non ancora fatidici 18. La nostra meta è stata Barcellona perché nessuna di noi aveva mai visto la Spagna ed eravamo abbastanza curiose. Appena sono arrivata mi sono innamorata di questa città e dei suoi edifici: se non fosse per il caldo umido appiccicoso sarebbe una delle mie città preferite. Altra cosa di cui mi sono innamorata è stata la Sagrada Familia (e la sua facciata della passione) che ha riscosso successo tra tutte nel gruppo, tanto che abbiamo deciso di ritornare insieme nel 2026 quando sarà finalmente finita. Un viaggio che non scorderò mai e sicuramente uno dei primi perché voglio farne tanti altri come questo.

Non vedo l'ora di scrivere di nuovo qui sul blog più costantemente ma per il momento cercherò di aggiornarmi su tutto quello che mi sono persa in questi mesi.

lunedì 24 aprile 2017

Blogtour "Un amore inaspettato" di Morgan Matson | Tappa #7 Motivi per leggere il libro

Hi my preciousss!
Sono viva. xD Mi è solo venuto un bel blocco del lettore e non riesco a leggere molto in questo periodo né a stare sul pc per scrivere qualcosa. Spero di tornare attiva il prima possibile ma al momento vi lascio la settima tappa del blogtour per l'uscita del nuovo libro della Matson, Un amore inaspettato!

Un amore inaspettato
Morgan Matson
Newton Compton
476 pagine
11 Aprile 2017
Amazon

Andie ha pianificato con cura il proprio futuro. Ha deciso che frequenterà un corso di specializzazione in Medicina e, per quanto riguarda suo padre, il piano è quello di evitarlo il più possibile (il che non è poi tanto difficile, considerando che è un membro del Congresso e non è mai a casa). In tema di amicizie, poi, si sente a cavallo: Palmer, Bri, e Toby sono le persone più straordinarie del pianeta, e squadra che vince non si cambia. Nessuna indecisione neppure a proposito dell’amore: il suo motto è mai più di tre settimane con qualcuno. In fondo non ci sono ragazzi per cui valga la pena di investire più tempo. L’estate è in arrivo e tutto le sembra perfettamente sotto controllo. Come piace a lei. Fino a quando uno scandalo politico non scombussola tutti i suoi piani. Improvvisamente Andie si ritrova a fare cose che non avrebbe mai potuto prevedere: racimolare qualche soldo lavorando come dog-sitter, vivere sotto lo stesso tetto con suo padre (un evento che non si verificava da anni) e forse, ma magari è solo un’impressione, permettere a Clark di avvicinarsi oltre il livello di sicurezza. Palmer, Bri e Toby le consigliano di godersi questo nuovo imprevedibile caos, ma Andie odia dover improvvisare…



1. La straordinaria amicizia che la Matson ha creato (tra amici e non)
In questo libro amicizia è una delle parole più importanti e cosa che ho apprezzato molto è stata la presenza di questo forte rapporto tra Andie e le sue altre amiche: leggendo della loro amicizia è impossibile non fantasticare di averne una del genere. Quest'ultima, tuttavia, non è solo tra amici ma la Matson si concentra anche sulla relazione tra Andie ed il padre, i quali mano a mano riusciranno a ristabilire un rapporto stretto tra di loro. In particolare, ho apprezzato proprio questo ultimo rapporto di amicizia tra padre e figlia: soprattutto nell'adolescenza ci possono essere molti problemi tra figli e genitori, e Andie ed Alexander ce lo mostrano molto chiaramente; tuttavia, la Matson ci mostra anche che tutte queste difficoltà si possono superare, anche semplicemente con un dialogo più aperto.

2. I dialoghi e i discorsi davvero divertenti
Un punto forte di questo romanzo per me sono stati i dialoghi, soprattutto tra le quattro amiche. Un amore inaspettato è un libro che non può non farvi divertire e sicuramente non potrete rimanere indifferenti a Toby e al suo linguaggio con le emoji (alcune volte stavo davvero scoppiando dal ridere)! 

3. I cani
Chi non ama i cani? In Un amore inaspettato ne avrete di tutte le taglie e non potrà non venirvi voglia di fare il lavoro che si troverà a fare Andie: insomma, chi resiste alla pucciosità di così tanti cuccioloni? E di Bertie ne vogliamo parlare?

4. Il perfetto book boyfriend per una lettrice
Clark, il protagonista maschile del romanzo, è uno scrittore fantasy, molto impacciato ma anche romantico ed è una perfetta crush per ogni booklover. Parte bene già dal nome!

5. Lo sviluppo e la crescita dei protagonisti
Una caratteristica dei romanzi della Matson è proprio lo sviluppo dei personaggi che è fatto davvero molto bene. Vedere Andie e tutti gli altri passare da quello che erano all'inizio del libro a quello che poi diventeranno è una grande soddisfazione e fa apprezzare ancora di più tutti i personaggi. 

6. L'inaspettato.
Non è su questo che si basa alla fine tutto il libro? Ho adorato questo aspetto del romanzo perché a mio parere da un messaggio molto importante: non possiamo controllare ogni singolo particolare della nostra vita e qualche volta dobbiamo solo lasciarci trasportare dal turbine di eventi che ci travolgono. E non sempre è una cosa negativa, anzi, potrebbe rivoluzionare completamente il nostro modo di essere e il nostro modo di relazionarci con il prossimo. 


CALENDARIO

➛ 11 APRILE Presentazione Blog Tour + estratto » LeggendoViaggiando
➛ 13 APRILE I libri di Morgan Matson » Il tempo dei libri
➛ 15 APRILE Le cover dei libri di Morgan Matson » La cercatrice di storie
➛ 18 APRILE I personaggi del libro » Divoratori di libri 
➛ 20 APRILE Recensione Un amore inaspettato » Lo specchio dell'anima
➛ 22 APRILE Leggi Un amore inaspettato se hai letto... » Walkswith Gio
➛ 24 APRILE Motivi per leggere il libro » The Paradise of Books
➛ 26 APRILE La playlist di Un amore inaspettato » Rachel Sandman Author

L'avete letto? Vi ispira? ☺