mercoledì 13 gennaio 2016

Recensione | Non ti avvicinare

Hi my lovely readers!
In questo momento sto aspettando con ansia che si carichi il primo episodio di Shadowhunters e non capisco perché il mio computer debba andare così lento proprio ora. -_-" Voi l'avete già visto? Dopo quel trailer che era uscito, devo dire che ho un po' di paura di come sia ma ho sentito anche pareri positivi quindi speriamo bene!! Intanto vi lascio la recensione di un libro che ho finito qualche giorno fa! Davvero intrigante come storia, ve lo consiglio!

Non ti avvicinare 
Luana Lewis
Longanesi
324 pagine
→ € 16,00
26 Marzo 2015
Goodreads

La verità è pericolosa. La verità si ammanta di bugie. La verità cambia tutto. Anche te. Che cosa faresti se in una gelida serata invernale una ragazza bussasse alla tua porta per chiedere aiuto? Sei sola in casa, hai paura, nessuno può aiutarti… Ma lei è solo una ragazza. Devi accoglierla, non hai altra scelta. Anche perché lei sembra sapere molte cose su di te e sulla tua vita. Cose segrete. E nella ragnatela di bugie che inizia subito a tessere, e che poco a poco ti intrappola in una spirale di paura, si nasconde qualcosa che non è affatto una menzogna. Nel cuore degli inganni si nasconde la verità più pericolosa. È un freddo pomeriggio di dicembre e Stella è chiusa nella sua bella casa nella campagna inglese. Sono diciotto mesi che non esce: lì si sente al sicuro, protetta dal marito Max. Stella è agorafobica, qualcosa nel suo passato l’ha segnata, ma la situazione sta lentamente migliorando, grazie anche alle cure del marito, psicologo. Ma adesso lui è lontano per lavoro e Stella si trova di fronte Blue, una ragazzina magra, molto agitata, di una bellezza sconvolgente, come sconvolgente è quello che le racconta.

Devo ammettere che mia madre sceglie sempre libri un po' pesantucci e con qualche dramma, ma li trova davvero belli. Non ti avvicinare è un libro che ti risucchia il tempo, facendoti andare avanti nella lettura a tutti i costi pur di scoprire la verità. E la verità è proprio il tema principale di questo libro perché tutti quanti la tengono nascosta per svariati motivi. La storia si divide in tre punti di vista: (1) quello di Stella, una poco più trentenne che, per via di un trauma precedente, non riesce più ad uscire di casa di suo marito e non riesce a smettere di prendere i suoi farmaci; (2) una Stella due anni prima, quando lavorava ancora in una clinica psichiatrica, per un caso importante; (3) una ragazza sconosciuta con problemi psicologici, che viene seguita in una clinica. All'inizio della storia, questi tre punti di vista mi hanno un po' confusa e non riuscivo a capire bene cosa stesse succedendo; tuttavia, man mano che avanzavo nella lettura, cominciavo a vedere i pezzi del puzzle che si stavano componendo e riuscivo ad arrivare, poco alla volta, alla verità. Alla fine, mi sono resa conto che tutti i punti di vista, tutti i personaggi, erano una cosa sola, uniti da bugie su bugie. 

La storia inizia con Stella, sola in casa di notte mentre fuori c'è una bufera di neve ma, all'improvviso, il campanello suona e una ragazza chiede se può entrare. Come inizio mi è piaciuto fin da subito e già si cominciava a sentire la suspense! I personaggi non mi hanno detto niente di che, anche perché due di loro per un bel po' erano mezzi matti, però c'è stato Peter, un'amico di Stella, che mi è piaciuto fin da subito e, lì dentro, era l'unico che voleva tirare fuori la verità. Il tratto psicologico del libro si è fatto sentire assai e vedere tutti i comportamenti di questi personaggi mi ha affascinato molto e mi ha invogliato a scoprire, sempre di più, la loro vera personalità. Mi è piaciuto anche come, a poco a poco, la nebbia che avevo all'inizio, si è dissolta facendomi vedere il caso più chiaramente, come per uno psicologo con una sua paziente. Lo stile dell'autrice mi è piaciuto, non mi ha mai annoiato ed è stato abbastanza descrittivo da farmi percepire quello che vedevano i personaggi. Lo consiglio davvero a tutti perché, nonostante tratta di temi un po' pesanti e, magari, non proprio per bambini, è stato un libro avvincente, che ti tiene con il fiato sospeso fino alla fine. Unica piccola pecca è stato appunto il finale: mi è piaciuto, sì, ma volevo saperne di più su quello che sarebbe accaduto dopo e, invece, sono rimasta con tantissime domande senza risposta. 


6 commenti:

  1. Non lo conoscevo ma mi hai davvero incuriosita! :) Lo metto subito in wish list! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta che ti abbia incuriosita! ^_^

      Elimina
  2. Sembra davvero interessante! Mi piace che segua tre diversi fili narrativi che poi immagino si ricongiungano per il BOOM colpo di scena! :D

    Ps. Ho visto l'episodio di Shadowhunters e devo dire che nonostante i trailer e via dicendo mi fossero sembrati davvero pessimi.. beh, non è stato poi così male! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si c'è stato uno shock finale pazzesco! XD
      Anche me è piaciuto abbastanza! Spero davvero che vadano avanti bene!

      Elimina
  3. Non lo conoscevo ma vado subito a cercarlo! spero anche di riuscire a leggerlo in fretta, ho delle letture in corso e mi sa che ci vorrà del tempo :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo libro si legge anche in un giorno e, col fatto che il tema era un po' pesante, non me lo sarei mai aspettato! XD

      Elimina

Lasciami un tuo pensierino :3