lunedì 2 giugno 2014

Recensione: Colpa delle Stelle

Buon pomeriggio lettori!
Finalmente ho finito la recensione di questo meraviglioso libro e non so dirvi quanto io sia felice! Il blocco sta passando! ^-^ Comunque, non so se sono riuscita a fare una recensione che contenga tutto quello che volevo dire su questo libro...insomma sui libri belli è sempre difficile fare delle recensioni perché hai così tante cose da dire che alla fine te ne dimentichi sempre qualcuna!

TITOLO: Colpa delle Stelle
AUTORE: John Green
EDITORE: Rizzoli
DATA DI PUBBLICAZIONE:  10 Gennaio 2012
TRAMA: Hazel ha sedici anni, ma ha già alle spalle un vero miracolo: grazie a un farmaco sperimentale, la malattia che anni prima le hanno diagnosticato è ora in regressione. Ha però anche imparato che i miracoli si pagano: mentre lei rimbalzava tra corse in ospedale e lunghe degenze, il mondo correva veloce, lasciandola indietro, sola e fuori sincrono rispetto alle sue coetanee, con una vita in frantumi in cui i pezzi non si incastrano più. Un giorno però il destino le fa incontrare Augustus, affascinante compagno di sventure che la travolge con la sua fame di vita, di passioni, di risate, e le dimostra che il mondo non si è fermato, insieme possono riacciuffarlo. Ma come un peccato originale, come una colpa scritta nelle stelle avverse sotto cui Hazel e Augustus sono nati, il tempo che hanno a disposizione è un miracolo, e in quanto tale andrà pagato.


L'amore è una malattia 
dalla quale non vuoi guarire.

 Avevo cominciato la lettura di questo libro durante il viaggio per Londra, però dopo i primi due capitoli ho interrotto la lettura perché mi sembrava un po' depressivo e non volevo un libro triste proprio durante le mie vacanze! Così ho ripreso la lettura dopo qualche settimana e, aihmè, quanto sono stata stupida a interrompere questo fantastico libro! E' stata una lettura scorrevole fin da subito e per me non è stato depressivo, anche se qualche lacrima l'ho versata anch'io.


Mentre leggeva, mi sono innamorata così come 
ci si addormenta: piano piano, e poi tutto in una volta.

La protagonista è Hazel, una ragazza di sedici anno affetta dal cancro. I suoi genitori la obbligano ad andare a un corso di supporto e proprio qui incontra l'affascinante Augustus: un ragazzo a cui hanno amputato una gamba che da subito è attratto da Hazel quanto lei è attratta da lui. Quando lei lo convince a leggere il suo libro preferito, Un'imperiale afflizione, per lui diventa un'ossessione e cercando di capire la fine di questa storia, cominciano a innamorarsi l'uno dell'altro.

Sono su una montagna russa che va solo in salita.



Hazel mi è piaciuta davvero tanto perché nonostante le ferite che ha (non solo fisiche ma anche emotive) lei
cerca di non farle vedere per non ferire le persone che ha intorno. Lei è una ragazza coraggiosa e altruista, perché infatti, appena Augustus cerca di starle sempre più vicino, lei si allontana per non ferirlo. Ma il nostro Gus è ostinato e testardo e niente lo allontanerà da lei. Hazel sa che è una granata ma con Gus imparerà ad affrontare la vita al massimo e ad andare avanti nonostante tutto.
Lo so che non esiste una coppia perfetta ma dal primo istante che li ho visti non ho potuto pensare se non a quanto le loro anime si combaciassero, come lo Yin e lo Yang, come il Sole e la Luna. L'autore è riuscito a creare questi personaggi in modo che tu li amassi sin dal primo istante, facendoti provare per loro un'amore incondizionato per poi distruggere il tuo cuore in mille pezzi.
Il loro amore mi ha lasciato a bocca aperta, come se il mio cuore si fosse riempito un po' di più.


Alcuni infiniti sono più grandi di altri infiniti.

John Green è davvero meraviglioso. Non avrei mai immaginato che potesse scrivere una storia così piena di sogni, speranze ed amore. Forse è solo quello che ho provato io, ma ciò che hanno provato Hazel e Gus mi ha fatto finire il libro in serenità e non mi ha fatto sentire come se una parte di me si fosse rotta, perché il loro amore è stato così grande che è riuscito a vincere sulla morte e sulla tristezza. Inoltre John Green non mi ha fatto sentire depressa ( come invece avrei pensato di stare leggendo un libro dove la morte è protagonista) anzi tutto il contrario.

Sono su una montagna russa che va solo in salita.



Faranno anche il film di questo meraviglioso libro ed uscirà il 6 giugno nelle sale americane e verso i primi di
settembre qui da noi. Vorrei tanto che riportino ogni particolare che per me è stato essenziale; spero che lo facciano. Vi lascio il trailer del film (che ormai so a memoria XD): davvero stupendo, mi vengono i brividi ogni volta! *O*


Ma Gus, amore mio, non riesco a dirti quanto ti sono 
grata per il nostro piccolo infinito. 
Mi hai regalato un per sempre dentro un numero finito.








4 commenti:

  1. *___* IO HO ADORATO questo libro!!
    Non vedo l'ora che esca giorno 6, perché sì, lo vedrò in streaming *-* chi ci riesce ad aspettare i primi di settembre? U.U
    Poi lo rivedrò al cinema XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io assolutamente! Non sono proprio una che aspetta! XD *o*

      Elimina
  2. rileggendo la recensione mi stavo per ri-mettere a piangere ricordando il libro ç_ç
    è un capolavoro, è bellissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo pienamente con te! ç-ç

      Elimina

Lasciami un tuo pensierino :3