martedì 17 gennaio 2017

I segreti di Amber House, Kelly Moore

Hi my preciousss!
Sto finalmente tornando ad essere "libera" dallo studio e solo ieri mi sono accorta che devo recuperare un po' di serie tv che sono uscite queste settimane! 😱 Comunque, ho deciso da ora in poi che la sera la dedico solo e unicamente alla lettura perché ho visto che facendo così leggo di più e mi immergo di più nelle storie (inoltre, conciliano il sonno lol). Intanto vi lascio alla recensione della mia ultima lettura!

→ I segreti di Amber House [The Amber House Trilogy #1]
→ Kelly Moore, Larkin Reed, Tucker Reed
→ Feltrinelli
→ 365 pagine
→ 18 Settembre 2013
Goodreads

Quando Sarah, suo fratello e la loro algida madre si stabiliscono ad Amber House, la ragazza rimane ammaliata dal fascinoso Richard, che la introduce in un mondo di ricchezze e privilegi, ma è anche attratta dall'enigmatico Jackson, che la coinvolge in un'eccitante caccia ai diamanti scomparsi. Sarah scopre di riuscire a "vedere" la storia della casa e delle persone che vi hanno abitato: vede sua madre da ragazza, incredibilmente affettuosa e felice, o il crudele capitano di mare che perse il tesoro tanti anni prima. E ricomponendo piano piano tutti i pezzi del mosaico, scopre che Amber House nasconde molti segreti, antichissimi crimini e più recenti tradimenti. Dove sono nascosti i diamanti? Chi è responsabile dell'infelicità di sua madre? E quale tragedia riecheggia ancora nelle stanze della casa? Sarah ha bisogno di risposte, in fretta. Perché le sue visioni minacciano la persona che ama di più e lei deve districare la ragnatela del passato, prima che sia troppo tardi.


Mi sono fatta prestare questo libro da un amico perché lui lo aveva adorato e, visto che la trama non era per niente male, ho deciso di iniziarlo. I segreti di Amber House è uno di quei libri che, nonostante la storia va un po' lentamente, si fanno comunque leggere come se niente fosse. Durante la prima parte del romanzo non succede granché ma questo non mi ha annoiato affatto e non mi ha fatto piacere di meno il libro. Infatti, sebbene succede poco o nulla, si cominciano ad intravedere sempre di più dei piccoli pezzettini del mistero che aleggia su questa casa e sulla famiglia di Sarah, e tutto ciò spinge il lettore a continuare a leggere per saperne di più. La storia parla appunto di questa ragazza, Sarah, che, per il funerale della nonna, visita per la prima volta il maniero di Amber House. Appena trascorre una notte dentro la casa, prova delle strane sensazioni fino a quando, durante una ricerca notturna, non scopre il suo "potere": infatti, Sarah, toccando degli oggetti o semplicemente girovagando per la casa, riesce a vedere il passato dei suoi antenati. Questa è stata una delle cose che ho apprezzato di più nel romanzo e, man mano che si va avanti nella storia, si cominciano a scoprire sempre più segreti e si comincia a vedere l'alone di mistero che aleggia su questa casa.
«Non era solo per la Amber, era per tutto. Non sapevo se amavo Amber House o se la odiavo. Ma mia madre si sbagliava. Non bastava che Sammy e io potessimo tenere “qualcosa”, qualche pezzetto qua e là. Dovevamo tenere tutto. Anche se non eravamo cresciuti qui, vissuti qui, faceva parte di noi. E noi di lei. Sarebbe morta quando ce ne fossimo andati.»
I personaggi mi sono piaciuti abbastanza ma non mi hanno detto granché e non mi sono affezionata a nessuno in particolare. Sarah è un personaggio che non sono riuscita a capire molto bene ma ho cominciato ad apprezzarla di più man mano che le vicende andavano avanti. Uno di quelli che mi è piaciuto di più è stato sicuramente il fratellino Sammy, che ho trovato davvero dolce e maturo per la sua età. Invece, un personaggio che non mi è andato molto giù è stata la madre, Annie, che, nonostante abbia poi capito perché si comportava in certi modi, ho trovato comunque assillante ed egoista. Per quanto riguarda gli antenati di Sarah, non ci viene detto molto su di loro ma ho apprezzato la loro presenza, anche se avrei voluto conoscerli meglio (non ho idea se saranno approfonditi nei prossimi due libri). Lo stile mi è piaciuto, essendo sia descrittivo ma mai noioso, e il finale mi ha lasciato una grandissima voglia di continuare la trilogia: infatti, il libro ha una fine un po' (diciamo molto) aperta, che mi ha lasciata abbastanza sconvolta. In conclusione, non posso che consigliarvi questo libro!

(4-) Love it! 
Voi lo avete letto? Vi ispira?

12 commenti:

  1. L'ho letto qualche anno fa e ricordo che mi è piaciuto molto, ma ho perso un po' interesse nei seguiti, soprattutto perché il terzo libro negli USA deve uscire da una vita ma non se ne sa ancora nulla >.<

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ne avevo idea che il terzo non fosse ancora uscito! Adesso sono un po' restia a continuarlo..

      Elimina
  2. Risposte
    1. Sì, è una lettura piacevole!

      Elimina
  3. Questa trilogia mi intriga molto **
    Spero solo che i capitoli in cui non succede niente non mi irritino XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che non dovrebbero irritare ma non si sa mai XD

      Elimina
  4. Nonostante la tua recensione positiva tutto sommato, non so, non riesco a convincermi a dargli una chance >_<"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho provato a leggerlo solo perché un mio amico mi ha praticamente obbligato a farlo (e comunque me lo ha prestato lui il libro XD)!

      Elimina
  5. non l'ho letto e mi ispirava poco perché avevo paura che fosse lento

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io avevo paura di questo ma, nonostante i punti morti, non è stato per niente lento!

      Elimina
  6. Non l'ho letto ma devo assolutamente rimediare!

    Ho appena scoperto il tuo bellissimo blog e mi sono unita con piacere ai tuoi lettori fissi!
    Ti aspetto da me se ti va!
    http://lamammadisophia2016.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedrai che ti piacerà!
      Passo subito da te!

      Elimina

Lasciami un tuo pensierino :3