sabato 9 gennaio 2016

Recensione | Incantesimo

Hi my lovely readers!
Questo rientro a scuola è stato tremendo! Poi mettiamoci il compito di filosofia oggi! >.<
Maaa oggi è sabato e quindi almeno per un pochino ci si può rilassare! In questo momento ho appena finito di leggere Incantesimo MA CHE RAZZA DI NOME GLI HANNO DATO?! e vi lascio la mia recensione!


→ Incantesimo (Hex Hall #1)
→ Rachel Hawkins
→ Newton Compton Editori
→ 253 pagine
→ € 9,90
→ 2 Aprile 2015
Goodreads

Sophie Mercer è una ragazza di sedici anni molto particolare. Tre anni fa, infatti, ha scoperto di essere una strega: un potere che ha ereditato dal padre e dalla nonna, ma che non sa ancora gestire. Dopo che il suo primo incantesimo, durante il ballo scolastico, ha causato dei danni e portato grande scompiglio, il padre ha deciso di spedirla in una scuola per ragazzi “speciali”, il Prodigium. I suoi compagni sono streghe, fate, licantropi e vampiri. Eppure Sophie non riesce ad ambientarsi: le altre streghe come lei sono solo superficiali e viziate, ha una cotta non corrisposta per un giovane mago, un fantasma la perseguita e la sua nuova compagna di stanza è la ragazza più odiata, nonché l’unico vampiro, di tutta la scuola. E, come se non bastasse, una misteriosa creatura sta attaccando gli studenti, lasciando due piccoli fori sul collo delle sue vittime, e la prima a essere sospettata è ovviamente la sua amica Jenna. Ma per Sophie le minacce non sono finite: scoprirà ben presto che una setta segreta vuole uccidere tutti gli allievi del Prodigium. E lei è la prima della lista.

Non mi aspettavo molto da questo libro. L'avevo preso in libreria perché mi sembrava simpatico e non troppo pesante ma non avrei mai pensato che me ne potessi innamorare così. All'inizio vedendo streghe, creature magiche e una scuola per esse mi ero preoccupata che fosse un'altra copia di Harry Potter, soprattutto dopo aver letto Magisterium, ma mi sono ricreduta. Non c'entra assolutamente nulla con la serie della Rowling e l'ho trovato assai originale e divertente. L'ho completamente divorato e la sera mi dovevo fermare per non fare troppo tardi: la lettura mi ha preso fin dalle prime pagine e, ogni volta che finivo un capitolo, mi veniva da cominciare il seguente.
"Diciamo che forse ti pentirai di aver mangiato quella seconda fetta di torta". Oh mio Dio. Pentirsi di aver mangiato una torta? Qualsiasi cosa stesse per accadere doveva essere di una malvagità assurda.
La protagonista è Sophie, una ragazza come tutte le altre, a parte per il fatto che è una strega. Per tre anni non ha avuto molti problemi DICIAMO fino a quando, per colpa di un suo incantesimo andato male, la madre e il padre la mandano alla Hecate Hall, una scuola per prodigium, ovvero streghe, licantropi, mutaforma e fate. Nella scuola però c'è anche una sola vampira, Jenna, proprio la compagna di stanza di Sophie. Poco dopo che arriva in quella scuola, cominciano degli strani attacchi e, ovviamente, tutti sospettano di Jenna. 
Non saprei dire come mi aspettavo fosse la stanza di un vampiro. Probabilmente molto scura, con una pila di libri di Camus... Oh, e con un intenso ritratto dell'unico umano che avesse mai amato e che era sicuramente morto in qualche maniera bellissima e tragica, condannando il vampiro a un'eternità di depressione e di romantici sospiri. Che posso dire? Leggo un sacco di libri.
Sophie è una protagonista fantastica, penso una delle pochissime che ho amato: divertente, sarcastica e impertinente, mi è piaciuta fin dal primo momento che ha messo piede alla Hecate Hall. Finalmente non mi sono ritrovata una delle solite protagoniste piene di drammi adolescenziali, che non sanno fare un passo senza l'appoggio di qualcuno e che, cosa più importante, non fanno le finte tonte con la loro "cotta". Eh già, Sophie si prende una bella batosta per nientepopodimenoche Archer, ragazzo super figo, scintillante che lascia una sfila di ragazze morte ai suoi piedi. Però, quello che mi è piaciuto, è che lei non lo nega e non cerca di allontanarlo anche se le piace. Mi è piaciuta anche l'amicizia con Jenna che non è stata principalmente la parte principale del libro ma ha contribuito a renderlo divertente. La trama mi entusiasmato davvero molto e la lettura è stata semplice e molto carina, che si legge tutta d'un fiato. Il colpo di scena finale mi ha lasciato un po' a bocca aperta e non posso aspettare di avere il prossimo per sapere cosa accadrà! Lo consiglio a chiunque voglia staccarsi un attimo da letture pesanti e voglia leggere qualcosa di più leggero e simpatico! 
"Ora, Sophie, ti dispiacerebbe dirmi perché sei qui al lago invece che alla tua prossima lezione?" "Sto attraversando alcuni drammi adolescenziali, Mrs Casnoff", risposi. "Credo di aver bisogno di scrivere qualcosa sul mio diario, o roba del genere".


6 commenti:

  1. Ohh che bello! Mi hai davvero incuriosita. Avevo già questo libro in lista ma non avevo ancora avuto occasione di prenderlo, ma visto che ti è piaciuto lo farò.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta che ti abbia incuriosita! Questo libro è stata davvero una piacevolissima sorpresa!

      Elimina
  2. Ahaha in effetti il titolo è terribile! Sbaglio o c'è un telefim che si chiamava così? XD Grazie mille per la recensione, Arya! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha si me lo ricordo il telefilm anche se non l'ho mai seguito! XD

      Elimina

Lasciami un tuo pensierino :3